Informativa

Questo sito e/o gli strumenti di terze parti incluse in esso, utilizzano i cookie con finalità illustrate nella cookie policy. Accettando i cookie con il pulsante qui sotto, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.




L'impianto

La società Italiana Energetica Tire S.r.l. (IET), intende realizzare un impianto di recupero di Pneumatici Fuori Uso (PFU) ubicato nel Comune di Retorbido (PV), che prevede l’applicazione ai Pneumatici Fuori Uso (PFU) di una tecnologia di trattamento a caldo basato su un processo di pirolisi.

Scopo dell’impianto è il recupero integrale della materia di cui lo pneumatico è composto, attraverso la sua trasformazione nelle seguenti frazioni da avviare alla vendita nei mercati di riferimento:
•    olio idrocarburico pesante e leggero;
•    fibre di acciaio;
•    fanghi oleosi (miscela di olio pesante e polverino di carbone);
•    carbon black (polverino di carbone, sottoforma di pellets e/o granuli).

L’intervento proposto è il risultato di un’accurata analisi delle condizioni attuali del mercato del recupero e smaltimento dei PFU in Italia, svolta da IET con la collaborazione dei principali consorzi di raccolta PFU operanti oggi in Italia. In particolare si evidenzia la collaborazione con Ecopneus SCpA (Società Consortile per Azioni), una società senza scopo di lucro nata nel 2009 per gestire il rintracciamento, la raccolta, il trattamento e la destinazione finale degli PFU in Italia, creata da Bridgestone, Continental, Goodyear, Dunlop, Marangoni, Michelin e Pirelli.

L’impianto in progetto è stato dimensionato per trattare, alla massima capacità produttiva, 100 tonnellate/giorno di PFU, che si traducono, su base annua, in una capacità di trattamento in grado di assorbire circa il 10% della produzione italiana annua di PFU.
Si evidenzia che il proponente, la Società IET, ha partecipato all’iniziativa “Richiesta di proposte di investimento in Italia in impianti per il Recupero degli Pneumatici Fuori Uso” promossa nel Settembre 2012 da Ecopneus, finalizzata al coordinamento delle attività di rintracciamento, raccolta, trattamento e destinazione finale dei PFU con l’obiettivo di ricercare nuove tecnologie e soluzioni impiantistiche che possano ottimizzare la filiera del recupero dei PFU e di stipulare con i titolari delle iniziative selezionate i contratti di conferimento necessari all’approvvigionamento dell’impianto.
La società IET si è aggiudicata per la categoria “pirolisi”, con un contratto pluriennale per la fornitura di tutto il fabbisogno annuo di PFU (Riferimento 3 del bando relativo all’iniziativa sopracitata).


Per saperne di più, potete consultare la sezione documenti.